part le vigne/5

Le Vigne

Dal 2015 curiamo le nostre vigne, dedicandoci a tutte le fasi lavorative: dalla potatura alla vendemmia.
Ormai con coscienza sappiamo che c’è una giustizia tra le fatiche di ogni giorno e quello che la natura ci regala in cambio. Per noi il vino è prima di tutto un frutto della terra e del nostro pianeta: la casa che tutti abitiamo. Ecco perché conduciamo i nostri vigneti secondo i principi dell’agricoltura biologica (a breve avremo la certificazione Bio di Valoritalia).

Le nostre vigne:

RONCAGLIE (Comune di La Morra)

Piano geologico: Tortoniano Formazione geologica prevalente: Marne di Sant’Agata Fossili laminate (7 milioni di anni) con affioramenti di conglomerati di La Morra (6,3 milioni di anni).

Il vigneto è situato a un’altezza media di 400 m s.l.m. con esposizione Est. L’altezza garantisce la ventosità, che favorisce la salute della vegetazione e dei grappoli, e una maturazione lenta e tardiva. Il suolo è bianco-grigiastro, con tessitura prevalente limoso-argillosa, calcareo e poco profondo. La coltivazione si sviluppa prevalentemente sulle Marne di Sant’Agata Fossili nella forma “laminata”, formazione di origine marina caratterizzata da marne fittamente stratificate, quindi molto diverse dalla formazione tipica. L’ambiente originario era un fondale marino molto tranquillo e senza correnti, che ha favorito l’accumulo progressivo di notevoli quantità di argille e sostanza organica, all’interno delle quali si ritrovano molti fossili ben conservati. Le marne laminate garantiscono elevata ritenzione idrica. Nel vigneto sono presenti anche affioramenti della formazione geologica successiva, chiamata Conglometrati di La Morra, di origine fluviale, evidenziata dallo scheletro del terreno.

BUSSIA BOVI (Monforte d’Alba)

Piano geologico: Tortoniano

Formazione geologica prevalente: Marne di sant’Agata Fossili sabbiose (10 milioni di anni).

Il vigneto è situato a un’altezza media di 320 m s.l.m. con esposizione Ovest, Sud-Ovest, al confine tra la sottozona Bussia Arnulfo e Bricco San Pietro. La quota determina una grande escursione termica tra le stagioni. La posizione all’interno di una vallata circondata da colline molto alte favorisce grandi accumuli termici estivi e limita la ventosità. Il suolo è bianco, con tessitura prevalente limoso-argillosa, calcareo e profondo, con la presenza di terra colorata e più evoluta attorno a un piccolo terrazzo fluviale caratterizzato da molto scheletro. La coltivazione si sviluppa prevalentemente sulle Marne di Sant’Agata Fossili nella forma “sabbiosa”, formazione di origine marina caratterizzata da marne con contenuto di sabbia maggiore rispetto agli altri tipi di Marne di Sant’Agata. In questo caso l’ambiente originario era un fondale marino più turbolento e con più correnti. La matrice più leggera favorisce un maggiore riscaldamento del suolo e comporta una minore ritenzione idrica, fattori che ne garantiscono la qualità.

LE COSTE DI MONFORTE (Monforte d’Alba)

Piano geologico: Tortoniano Formazione geologica prevalente: Marne di Sant’Agata Fossili sabbiose (10 milioni di anni).

Il vigneto è situato a un’altezza media di 420 m s.l.m. con esposizione Sud, alla sommità del più meridionale dei grandi cru di Monforte, al limite con l’Alta Langa, parallelo a Gavarini, Ginestra e Mosconi. L’altezza garantisce la ventosità, che favorisce la salute della vegetazione e dei grappoli, e una maturazione lenta e tardiva. Il suolo è bianco, continuamente ringiovanito da erosione in pendenza, con tessitura prevalente limoso-argillosa, calcareo e profondo. La coltivazione si sviluppa prevalentemente sulle Marne di Sant’Agata Fossili nella forma “sabbiosa”, formazione di origine marina caratterizzata da marne con contenuto di sabbia maggiore rispetto alle altre tipologie di Marne di Sant’Agata. In questo caso l’ambiente originario era un fondale marino più turbolento e con più correnti. La matrice più leggera favorisce un maggiore riscaldamento del suolo e comporta una minore ritenzione idrica, fattori che ne garantiscono la qualità e un quadro polifenolico e tannico molto importante.